Recensione Atomizzatore Expromizer V3




  • eXvape lancia la nuova versione del suo atomizzatore rigenerabile Expromizer V3 Fire con moltissime innovazioni per ogni esigenza di svapo. Il sistema di alimentazione permette l’uso con tutte le densità del liquido e il sistema dell’aria con 10 fori per trovare il miglior compromesso tra il tiro di guancia e il tiro di polmoni.”


    Scheda Tecnica: 

    – Materiale: acciaio inossidabile
    – Materiale (vetro): Pyrex
    – Materiale (Drip Tip Black): POM
    – Materiale (Drip Tip spazzolato / lucido): acciaio inossidabile
    – Altezza (senza Drip tip): 48 mm
    – Altezza (con Drip Tip): 63 mm
    – Diametro: 22 mm
    – Capacità: 2 ml/4 ml con estensione (prezzo maggiorato)
    – Peso: 72 g
    – Discussione: 510


    Rigenerazione: Kanthal A1 0,32 mm–>6 spire= 1,20 Circa , supporto da 2,5 mm. Cotone utilizzato: Cotton Bacon V2 


    Valutazione:


    Hit:8/10

    Aroma: 7,5/10
    Consumi:8/10

    Vapore: Più secco che cremoso
    Prezzo: 8/10 costo massimo dell’atomizzatore: 50€
    Rigenerazione: 10/10 una sciocchezza 
    Perdite: 0/10 [assenti]
    Affidabilità: 9/10
    Qualità Costruttiva: 8/10


    Conclusione:
    Sono sempre stato un grande fan della Exvape ed ho sempre adorato TUTTI gli expromizer (nonostante le precedenti versioni avevano gravi pecche dal lato costruttivo e qualitativo). La corposità e la cremosità del vapore con gli expromizer è sempre stata di altissimo livello qualitativo; quindi non vedevo l’ora di provare la terza versione.
    –>Finalmente abbiamo a che fare con materiali di altissima fattura: l’atomizzatore è bello pesante, solido, senza la minima sbavatura. I problemi delle versioni precedenti sono stati risolti ma:

    1)Ci sono 2 o-ring tra la base di rigenerazione ed il tank (sono trasparenti) che sono VOLATILI, hanno una sede, ma non stanno mai fermi e ne ho già persi un paio.
    2)Il numero di pezzi è eccessivo, forse secondo solo al Kayfun 4 come numero e complessità dei pezzi.
    La rigenerazione è veramente semplice ed immediata, ospita tantissimo cotone e potete sbizzarrirvi a piacimento, nel mio caso ho scelto la classica “scemo coil”.
    L’aroma è ottimo ma un pelo inferiore ai predecessori (specialmente col Expromizer V2.0 che uso sempre), il vapore è copioso/corposo e l’hit è più marcato dei predecessori. Tecnicamente ho dato un 7,5 come voto, in realtà è un 8-.
    -La regolazione del liquido è semplice ed immediata, basta girare in senso orario il drip tip per scegliere la propria regolazione del liquido (N.B quando fate il refill chiudete la regolazione, o l’atomizzatore perde!)
    Attenzione: se avete liquidi scuri (specialmente con i tabacchi organici) sarà difficile vedere i fori della regolazione! Basatevi sulle “bolle” che salgono una volta girato il drip tip.

    Regolazione del liquido :
    Liquidi 50 Vg 50 Pg apro solo un foro, quello più piccolo. Più i liquidi sono densi più si sceglie il foro più grande

    -La ricarica dall’alto è veloce ma imperfetta. Non si riesce a capire quando il tank è pieno.
    -Purtroppo la pecca più grande che ho rilevato è dettata dalla regolazione dell’aria veramente assurda. Si passa da un singolo foro a 3 fori aperti. Scordatevi la ghiera dei predecessori (la perfezione), qui si passa da un tiro CHIUSO ad un tiro APERTO facendo semplicemente due giri di ghiera . E per chi come me che ama i tiri nè troppo chiusi nè troppo aperti rimarrà deluso.
    Lo consiglio? Se non avete un expromizer e non vi dispiace il tiro piuttosto aperto si, se già avete un expromizer lasciate perdere.

    Con che liquidi lo consiglio:
    Specialmente con tabacchi secchi (chimici o estratti puri) e liquidi cremosi. Pecca sui fruttati e mentolati.

    Pro:
    -Aroma , hit ottimo, costanza e silenziosità del tiro
    -Solido e affidabile
    -Finalmente il pin è stabile
    -Costo: costa come un clone ma non lo è

    Contro:
    -O-ring volatili
    -Ghiera dell’aria totalmente insufficiente
    -Troppi pezzi e troppo complesso

     Dove acquistarlo? Clicca qui:

    Recensioni Correlate