Recensione Atomizzatore Kayfun Prime Clone SXK




  • “The Kayfun Prime is a high quality “mouth to lung” style tank manufactured in Germany by SvoeMesto. Going back to their roots, the team at SvoeMesto have designed this RTA to deliver a premium and original Kayfun experience with a smooth air flow adjustable in six steps from 1mm to 2mm to provide a rich dense vapour. The chamber size is reduced to concentrate the flavour of your favourite e-liquids. Inherited from the current series of Kayfuns is the convenient airflow adjustment ring, and liquid control mechanism. Top-fill is made super-simple and the fill port area has been redesigned to help prevent spillage from overfilling the tank.”
    Clone marca : SXK, la migliore nelle clonazioni.


    Scheda Tecnica:
    -22mm
    -2ml (in verità saranno 3 ml)
    -Tip in POM
    -Top filling-Vetro in borosilicato
    -controllo del liquido
    -isolatore in PEEk
    -Controllo aria esterno
    -Acciaio 316L
    -Attacco 510
    -Numero seriale: assente
    -Assemblaggio e manutenzione semplificato
    -Nessun logo nè sulla campana di rigenerazione nè sul fondo dell’atomizzatore


    Rigenerazione:
    La medesima dell’atom originale spiegata qui:

    Recensione Atomizzatore Kayfun Prime


    Hit: 9/10
    Aroma: 7/10
    Consumi:7/10 (Consumo nella norma)
    Vapore: Secco & Cremoso
    Prezzo: 10/10 (20 € di atomizzatore!)
    Rigenerazione: 10/10
    Perdite: 8/10 (Presenti solo ricaricando il liquido, i primi tiri)
    Affidabilità: 5/10 (più alto è meglio è )
    Qualità Costruttiva: 10/10


    Conclusione:
    Ho comprato il clonaccio del kayfun prime solo per curiosità , in quanto, ne ho sentito ovunque parlar bene paragonandolo all’originale.
    La realtà dei fatti quale è ? Che è il medesimo atomizzatore a livello costruttivo ma parlando di aroma, hit e tipologia di vapore NON si avvicina minimamente all’originale. Specialmente dal lato dell’affidabilità, assenza di perdite, condensa ecc.
    Elenco le principali differenze rispetto all’originale:
    1)Non vi è il seriale sulla campana di rigenerazione: prestate attenzione quando aprite il controllo del liquido , guardate le asole in assenza del logo
    2)I fori di pescaggio del liquido “sotto il cotone ” sono leggermente più grandi dell’originale, quindi la regolazione del liquido andrà regolata differentemente. Con l’originale con liquidi 50/50 facevo 1,5 giri di tank, con il clone solo 1.
    3)Non vi è ne logo nè seriale posto sotto l’atomizzatore.
    4)Le viti della rigenerazione sono diverse, nel clone sono fatte a “stella” nell’originale a “taglio”. La cosa divertente è che sono molto meglio quelle del clone, permettono di fissare la coil in maniera perfetta.
    Per il resto il clone è esattamente l’ 1:1 dell’originale.
    -Nota negativa: durante la prima svapata vi era un forte sentore di olio di lavorazione con annessi saporacci metallici. Ho risolto il tutto utilizzando il Metodo 2 di pulizia , che vi ho spiegato qui:

    http://www.recensioniliquidisigarettaelettronica.com/2018/01/03/sigaretta-elettronica-come-pulire-un-atomizzatore/-Altra nota negativa: ogni Santa volta che ricarico il liquido (a campana ovviamente chiusa) l’atomizzatore gorgoglia e perde dai fori di areazione. Nonostante abbia cambiato gli o ring il problema continua a sussistere.
    Insomma è un atomizzatore sufficiente, ma è lontano anni luce dall’originale. Provate il clone , poi provate l’originale la differenza è abissale, come il prezzo ovviamente.

    Recensioni Correlate